Marcia indietro di OpenAI, torna Altman come ceo: "Non vedol'ora"

  • 6 mesi fa
Roma, 22 nov. (askanews) - OpenAI, la società di intelligenza artificiale che controlla il sistema ChatGPT, fa marcia indietro e dopo soli quattro giorni dalla sua estromissione ha annunciato un accordo per il ritorno del cofondatore Sam Altman come ceo. Altman era stato mandato via a sorpresa dopo l'accusa di scarsa trasparenza sulla gestione dello sviluppo dei sistemi di intelligenza artificiale. Una decisione che aveva innescato una rivolta tra gli investitori e non condivisa dal gigante Microsoft, con stretti legami con OpenAI, che aveva a sua volta deciso di ingaggiare Altman, prendendo le distanze dalla decisione dei dirigenti della società di silurarlo.L'informatico ha commentato il suo ritorno con un messaggio su X. "Amo OpenAI e tutto quello che ho fatto negli ultimi giorni è stato nell'ottica di tenere insieme questa squadra e la sua missione. Quando ho deciso di unirmi a Microsoft domenica pomeriggio era chiaro che si trattava della scelta migliore per me e per la squadra. Ora con il supporto del cda e di Satya - riferendosi a Nadella, ad di Microsoft - non vedo l'ora di tornare a OpenAI e costruire una forte partnership con Microsoft".Una mossa, infatti, che presumibilmente porterà a un rafforzamento dei legami della società di intelligenza artificiale con il colosso informatico controllato da Bill Gates.

Consigliato